Alcune cose che ho imparato con un trasloco

Cambiare casa è un po come cambiare vita, è un passo importante spesso legato ad una voglia intrinseca di cambiamento, che alberga dentro di noi.
Qui brevemente vi descriverò la mia esperienza personale e soprattutto cosa ho imparato in quei giorni infernali in cui ho fisicamente traslocato. Chiunque abbia compiuto almeno una volta un trasloco famigliare non può non essersi sentito in un girone dantesco.
Comunque come ogni passaggio fondante della nostra vita, tutto ciò ci lascia profondi insegnamenti.

Veniamo a noi allora:
– Tutto è utile, niente è indispensabile!
I primi dieci scatoloni non butterete via nulla o quasi, a partire dall’undicesimo scoprirete quanto è facile cambiare le priorità. Ad un tratto, vi sentirete leggeri… le cose sono solo cose!
– Inscatolare oggetti è un modo splendido per far riaffiorare ricordi.
Quando devi spostare tutto, ma proprio tutto, tutto ma proprio tutto ti passa per le mani. È un modo splendido di ripercorrere la propria vita. Occhio all’orologio però, il rischio è quello di rimanere per ore a rileggere il diario di scuola scovato in un cassetto.
– La mole imponente del trasloco vi fa sembrare la routine una passeggiata.
A volte è utile intensificare le proprie dinamiche quotidiane. Dover fare più attività del solito per un tempo determinato è un ottimo allenamento per alzare i nostri ritmi. Lavorare, gestire i figli, mandare avanti la casa e contemporaneamente pensare alla logistica di un trasferimento famigliare, con tutti gli annessi e connessi, ti farà sentire in vacanza una volta ultimate tutte le operazioni del caso. Fidatevi!
– Rinnovamento è come rinnovare gli spazi mentali.
La routine uccide…, ma non solo. Siamo biologicamente programmati per risparmiare risorse e compiere le stesse azioni ogni giorno permette al nostro cervello, non solo al corpo, di lavorare la metà. Traslocare ti obbliga a cambiare punto di vista, perché cambi casa, sposti gli oggetti di uso comune, devi creare nuove abitudini. Un bellissimo modo per rinascere da molti punti di vista!

A cura di Ciesseservices, specialista in traslochi monza

Come vivere al meglio una vacanza in barca

Sicuramente un modo alternativo e affascinante per vivere i nostri giorni di ferie immersi nel relax ed a stretto contatto con la natura ce lo offre il mare.
Una vacanza in barca può esser la soluzione allo stress accumulato nel periodo invernale quando affacendati nelle nostre attività, lavoro, scuola dei figli e palestra assorbono completamente le nostre energie.
Ma come organizzare al meglio un viaggio del genere? Ecco 5 cose da sapere per fare le vacanze in barca senza avere pensieri e godersi il mare appieno!

1. Organizzare attentamente le mete e le rotte da seguire in modo da organizzare anche le soste nei vari porti.

2. Non dimenticate di fare un inventario dei cibi per i giorni di navigazione. optare sempre per cibi a lunga scadenza, come carne in scatola, cibi sottovuoto ecc.

3. Dividetevi le mansioni. Decidete chi si occupa della navigazione, chi della cucina, delle pulizie e fate in modo che le varie mansioni vengano stabilite in base alle abilità delle varie persone cercando di mantenere un clima sereno all’interno dell’imbarcazione.

4. Gestite i consumi acqua ed elettricità sono tanto importanti quanto limitate quindi fatene un uso parsimonioso ed intelligente, senza sprechi e ricordate di rifornire l barca di quanto necessario non appena si giunge in uno dei porti che saranno decisi come da punto 1.

5. Adottate un abbigliamento adatto. È consigliabile avere con sé un giacca a vento per i momenti più freschi della sera. Tenere costantemente una buona crema solare per proteggervi dai raggi UV, ed evitare cosi la spiacevole conseguenza derivante da una insolazione.

Non dimenticate di dotare la vostra barca di tutti gli accessori nautici fondamentali per la sicurezza ed il benessere a bordo, come bussole, salvagenti, tendalini, parabordi e dotazioni tecnologiche che vi permetteranno di affrontare il mare in tutta tranquillità e godervi meravigliosi giorni immersi nella natura incontaminata del mare cristallino.