Come arredare gli spazi outdoor della propria casa

La bella stagione è quella in cui trascorriamo più tempo all’aperto, motivo in più per essere certi che bisogna puntare ad un arredamento outdoor al pari di quello interno. Tutti coloro che hanno la fortuna di possedere un giardino, seppur piccolo, o un terrazzo, possono godere della luce chiara e fresca fino a tarda sera, cenare in terrazzo e organizzare barbecue en plein air. L’arredamento outdoor è un privilegio da vivere e sfruttare al meglio.

Sono molte le possibilità che vengono offerte dal mercato per l’arredamento outdoor, proposte da designer e aziende del settore che, con le loro idee, consentono a stile e utilità di incontrarsi per rendere piacevole e godibile questo speciale angolo delle nostre case. Quando scegli arredamento outdoor non pensare solo all’utilizzo stagionale. Cosa ne sarà del tuo arredamento outdoor nell’inverno? Se non hai uno spazio coperto, l’idea di lasciarli all’esterno, esposti alle intemperie, potrebbe a lungo andare a danneggiarli.

Assicurati quindi di scegliere materiali molto resistenti e che non soffrono dell’esposizione al freddo o al sole come l’alluminio. Se l’uso dello spazio esterno sarà destinato ai soli membri della famiglia, potreste optare per un divanetto e/o per due poltrone in rattan, una scelta resistente e adatta per chi ama portare nella propria quotidianità i migliori design di tendenza d’arredamento outdoor. In alternativa, per rimanere in tema con tavolo e sedie, potreste scegliere delle sedute in ferro battuto o in plastica, con cuscini e schienali imbottiti.

Se invece prevedete di avere spesso ospiti o che il vostro giardino sarà protagonista di party di vario genere, dovrete aumentare il numero delle sedute, optando per dei grandi divani, persino dalla forma circolare e/o con sedute staccabili. Infine illuminare il vostro spazio esterno con delle luci soffuse oppure maxi lanterne e candele a volontà. Insomma, valorizzare il vostro giardino con gli arredi giusti è possibile e, per l’arredamento outdoor, il primo passo è immaginare!