Spurgo pozzi neri: ogni quanto deve essere effettuato?

Chi vive in una zona rurale prima o poi si trova a dover fare i conti con gli spurghi pozzi neri o della fossa biologica. La differenza tra i due è data non solo dal fatto che una è più grande dell’altro, ma proprio dal funzionamento, poiché la fossa biologica ha un tubo in entrata e uno in uscita dal serbatoio, mentre il pozzo nero ha un solo tubo in entrata. Ma ogni quanto va fatto lo spurgo dei pozzi neri?

Sia i pozzi neri sia le fosse biologiche devono essere svuotati con una certa periodicità. Maggiore è la quantità di liquido che ricevono e maggiore deve essere la frequenza di svuotamento. Poiché i pozzi neri non sono previsti di canali di deflusso, lo svuotamento e la pulizia devono avvenire con maggiore ciclicità rispetto la fosse biologica: in particolare, devono essere svuotati con frequenza proporzionale alla quantità di liquidi gestita. Devono quindi essere puliti periodicamente, in modo da evitare delle spiacevoli fuori uscite di liquame che possono attirare anche sgradevoli animali infestanti come topi e blatte.

Per comprendere ogni quanto effettuare lo spurgo, è necessario valutare la capienza del pozzo nero e il numero di persone che serve, in modo da poter fare un calcolo di massima sulla periodicità degli interventi. Va da sé che un pozzo nero con una manutenzione costante, costerà meno nelle fasi di pulizia perché si potranno evitare ostruzioni e intasamenti.

Lo svuotamento è indispensabile per poter procedere alla rimozione di schiume e fanghi, che potrebbero andare a finire nella conduttura che serve a disperdere l’acqua depurata, con la spiacevole conseguente ostruzione delle fessure per la dispersione. In tali condizioni, il terreno viene reso meno permeabile e questo costituisce un ulteriore impedimento alla dispersione delle acque.

Una volta effettuato lo svuotamento, è necessario procedere con la pulizia, ovvero con la rimozione dei residui liquidi, solidi o schiuma, da farsi mediante risciacqui ripetuti.

Per maggiori informazioni visita il sito di Spurghi Monza